News

23 Marzo 2010

Genitori non pagano mensa bambini senza cibo

I genitori non pagano la retta della mensa, così nove bambini si ritrovano il piatto vuoto. E' successo a Montecchio Maggiore, nel Vicentino.

I genitori non pagano la retta della mensa, così nove bambini si ritrovano il piatto vuoto. E' successo a Montecchio Maggiore, nel Vicentino. Nei piatti degli studenti pastasciutta e hamburger, ma per i figli di nove famiglie inadempienti il menu si limita a pane e acqua. "Le famiglie erano state avvisate" si difende l'amministrazione comunale. "Se avessimo immaginato avremmo fatto una raccolta di fondi" ribatte la preside della scuola.

I problemi hanno inizio quando la neogiunta insediata a giugno scopre un buco di oltre 150 mila euro nella gestione della mensa scolastica. Gli accertamenti portano a galla mancati pagamenti della retta per quattro anni scolastici, dal 2005 al 2009. Le famiglie morose sono inizialmente 52, ma dopo gli avvisi e le raccomandate, in nove, sette straniere e due italiane, continuano a non pagare. "Se entro il 15 marzo non avranno regolarizzato gli insoluti, il servizio mensa verrà sospeso" annuncia l'amministrazione comunale.

Detto, fatto. Seduti come ogni giorno ai tavoli della mensa, i figli delle famiglie insolventi, inconsapevoli di quanto stava accadendo alle loro spalle, si ritrovano nel piatto solo un pezzo di pane. "Lo trovo dispregiativo" afferma amareggiata al Corriere della Sera la preside della scuola Anna Maria Lucantoni. Ma l'assessore all'Istruzione Barbara Venturi è ferma sulla sua posizione: "Non è giusto non pagare le rette nel rispetto di chi ha problemi economici e le versa