News

17 Giugno 2016

La Gran Bretagna piange Jo Cox

La Gran Bretagna piange Jo Cox: veglie nella notte per la deputata uccisa

Veglie si sono tenute ieri a tarda sera davanti al Parlamento di Londra e nella cittā natale di Jo Cox per ricordare la deputata laburista uccisa a coltellate e a colpi d'arma da fuoco da un uomo che avrebbe urlato "Britain First", la Gran Bretagna prima di tutto, ad una settimana dal referendum sulla Brexit. Centinaia di persone hanno affollato la Chiesa di St. Peter a Birstall, nel West Yorkshire, dove la Cox, che avrebbe compiuto 42 anni tra cinque giorni, si trovava per un incontro con gli elettori del suo collegio. Tra i presenti, i colleghi di partito Yvette Cooper e Dan Jarvis.Nel corso della funzione religiosa, il vescovo di Huddersfield, il reverendo Jonathan Gibbs, ha ricordato: "Era cresciuta in questa comunitā, aveva vissuto per questa comunitā, aveva servito questa comunitā e, alla fine, ha dato la vita per questa comunitā".Davanti al Parlamento di Londra si sono riuniti per una veglia improvvisata decine di parlamentari, tra cui il leader laburista Jeremy Corbyn, che, appena appresa la notizia della morte della collega "molto amata", si era detto "sotto shock" per quanto avvenuto.La deputata britannica aveva giā ricevuto alcune minacce. A riferirlo č la polizia inglese in una nota, precisando tuttavia che non sono collegate al suo assassino, Tommy Mair. "I poliziotti - si legge nel comunicato - hanno ricevuto la segnalazione di messaggi calunniosi da parte della deputata Jo Cox ed un uomo era stato arrestato a marzo scorso in relazione" a questo. "L'uomo - prosegue la nota, chiarendo che non č l'assalitore di ieri - era poi stato oggetto di una diffida da parte della polizia".