News

17 Marzo 2011

Giappone, '20.000 dispersi a Miyagi'.

Fukushima, allarme Usa: radiazioni letali dal reattore 1

Con un cannone che spara acqua ed elicotteri militari che la scaricano, le autorità giapponesi tentano di raffreddare i reattori 3 e 4 della centrale di Fukushima, che sprigiona, secondo l'Ente nucleare Usa, radiazioni "estremamente forti, potenzialmente letali". Il bilancio del terremoto/tsunami è stato aggiornato a 5.187 morti e 8.606 dispersi, ma solo nella regione di Miyagi i dispersi sarebbero 20 mila. Obama e il premier nipponico Naoto Kan hanno parlato al telefono e il presidente ha detto che gli Usa collaboreranno "in tutti i modi possibili", e promesso di inviare altri esperti nucleari Usa".AMBASCIATA ITALIA, INVITO A LASCIARE TOKYO - L'ambasciata italiana a Tokyo "rinnova vivamente l'invito ai connazionali di allontanarsi dalle quattro prefetture colpite dallo Tsunami, dalle prefetture a nord della capitale e dalla stessa capitale". Quanto all'ipotesi radiazioni, le misure "del team italiano effettuate in ambasciata confermano il valore registrato ieri di 0.04 microsievert/ora". Le misure spettroscopiche escludono al "momento la presenza di isotopi radioattivi artificiali". Nell'ultimo avviso sullo stato della crisi legata alla centrale nucleare, l'ambasciata rinnova "vivamente la richiesta di far urgentemente pervenire via e-mail agli indirizzi: consular.tokyo@esteri.it e ambasciata.tokyo@esteri.it i nominativi dei membri del nucleo familiare che sono già partiti, nonché di avvertire, sempre via e-mail allo stesso indirizzo, questa ambasciata nel momento in cui lascerete il Paese". Infine, si legge nell'avviso, "vi preghiamo di segnalarci presenze di italiani temporaneamente presenti e quindi non registrati in ambasciata, se possibile dandoci il loro indirizzo e-mail".CONSUMI ELEVATI, RISCHIO BLACKOUT - Il Giappone rischia un blackout su larga scala se i consumi non saranno ridotti a causa del calo della produzione di elettricità. Lo ha detto il ministro dell'Industria, Banri Kaieda, durante la presentazione del piano di emergenza per la fornitura di carburante alle aree colpite dal terremoto, trasmessa in diretta dalla tv pubblica Nhk.CINA CHIEDE INFORMAZIONI PRECISE SU CENTRALI - La Cina ha chiesto al Giappone di avere notizie "precise e opportune" sulla situazione attuale circa le centrali nucleari. Lo ha detto poco fa un portavoce del ministero degli esteri di Pechino.ELICOTTERI SCARICANO ACQUA SU REATTORE N.3 - Gli elicotteri militari giapponesi hanno sganciato acqua a varie riprese sul reattore n.3 della centrale nucleare di Fukushima. Lo si e' visto nelle immagini trasmesse in diretta dalla tv Nhk. L'area è però interessata da forti venti. In precedenza erano falliti due tentativi di scaricare acqua sul n.4 a causa della forte radioattivita'. CLINTON: DRAMMA GIAPPONE SOLLEVA DUBBI RISCHI - La tragedia giapponese solleva dubbi sui rischi e sui costi collegati all'utilizzo dell'energia nucleare. Lo ha detto il Segretario di Stato americano, Hillary Clinton, intervistata dalla Msnbc.UE;ALLERTA IMPORT CIBO, STATI FACCIANO ANALISI - La Commissione europea ha raccomandato agli Stati membri ''di effettuare delle analisi sul livello di radioattivita' nei prodotti alimentari per l'uomo e per gli animali, importati dal Giappone''. Lo ha detto all'Ansa Frederic Vincent, portavoce del commissario europeo alla salute John Dalli, precisando che Bruxelles ha notificato gia' da ieri la raccomandazione alle autorita' responsabili nei 27 Stati membri, tramite il sistema rapido di allerta comunitario per alimenti e mangimi (Rasff). Sulle importazioni di alimenti e mangimi dal Giappone, tiene a rassicurare il portavoce del commissario europeo alla salute John Dalli, ''il valore totale nell'Ue in campo alimentare e' stato complessivamente di appena 65 milioni di euro''. Quanto all'Italia, ha aggiunto, ''le importazioni sono minime; i primi clienti sono Germania, Olanda, Regno Unito, Belgio e Francia''. Dal Giappone, gli europei importano soprattutto prodotti della pesca come molluschi bivalvi, cibo per animali da compagnia e ortofrutticoli. In Europa i livelli autorizzati di radioattivita' nei settori agroalimentare e della pesca sono definiti dal regolamento del 1987 che fissa i valori massimi ammissibili a seguito di un incidente nucleare o in qualsiasi altro caso di emergenza radioattiva. Sulla base di queste norme quindi, ogni Stato membro e' invitato a testare i prodotti alimentari importati dal Giappone e, in caso di presenza radioattiva anormale, segnalarlo alla rete 'Ecuri', il sistema europeo di allarme in campo nucleare.WIKILEAKS: AIEA AVVERTI' CHE LE CENTRALI ERANO A RISCHIO SISMA - Un funzionario della International Atomic Energy Agency - l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) - stabili' gia' nel dicembre del 2008 che gli standard di sicurezza del nucleare giapponese erano ''antiquati'' e che forti terremoti avrebbero potuto porre ''seri problemi'' alle centrali. Lo afferma un cablogramma Usa ottenuto daWikiLeaks e visto dal Daily Telegraph. Le dichiarazioni dell'anonimo funzionario dell'Aiea si affiancano a quelle del deputato nipponico Taro Kono, pubblicate ieri dall'ANSA, che accusava il governo giapponese di aver ''insabbiato'' alcuni incidenti e di nascondere al pubblico costi e rischi dell'industria nucleare nipponica. ''Il funzionario - si legge nell'ultimo cablogramma - ha spiegato come le linee guida di sicurezza sismica siano state riviste solo tre volte negli ultimi 35 anni''. L'Aiea, stando al documento, si sarebbe dunque sentita in dovere d'intervenire e controllare le procedure. I dubbi sulla sicurezza degli impianti giapponesi furono d'altra parte sollevati durante un incontro a Tokyo del Nuclear Safety and Security Group del G8. ''Recenti terremoti - prosegue il cablo - hanno in certi casi sorpassato i limiti strutturali di alcune centrali; si tratta di un serio problema che sta ora alla base di lavori alla sicurezza sismica''. I documenti rivelano poi come il governo giapponese si sia opposto all'ordinanza di un tribunale locale di chiudere una centrale nella zona occidentale considerata a rischio in caso di terremoto. L'impianto era stato infatti disegnato per resistere a un sisma di ''soli'' 6.5 gradi sulla scala Richter. Quello che ha colpito il Giappone lo scorso venerdi' ha invece raggiunto una magnitudo di 9 gradi.RUSSIA; CAPO AGENZIA, SCENARIO PEGGIORE - Il capo dell'Agenzia atomica russa, Serghiei Kirienko, ha affermato che la crisi nucleare in Giappone si sta sviluppando secondo lo scenario peggiore.TV, CANNONI AD ACQUA PER REATTORE N.4 - I tecnici giapponesi che stanno cercando di raffreddare il reattore n.4 dell'impianto nucleare di Fukushima hanno fatto ricorso ai cannoni ad acqua, ha sottolineato la rete televisiva Nhk. In precedenza, il tentativo di gettare acqua sui reattori dagli elicotteri dell'esercito giapponese era fallito a causa delle radiazioni troppo elevante nell'area della centraleIMPERATORE AKIHITO ESPRIME 'GRANDE TRISTEZZA - L'imperatore giapponese Akihito ha rivolto un messaggio alla nazione trasmesso in tv in cui esprime "grande tristezza" per il sisma e lo tsunami di venerdì scorso, auspicando che sia "salvato il maggior numero di persone". "Provo grande tristezza per le vittime di sisma e tsunami: non si sa quanti saranno, ma spero che ne venga salvato anche uno solo in più", ha detto Akihito, in un raro messaggio alla Nazione trasmesso in tv, a cinque giorni dal potentissimo terremoto che ha innescato un grave incidente alla centrale nucleare di Fukushima, ancora irrisolto. "Adesso, il problema è il nucleare e spero si risolva. I soccorsi vanno avanti, nel freddo. Mancano cibo e carburante e tutti sono in condizioni d'emergenza", ha aggiunto l'imperatore. "Prego per loro e perché si esca dalla catastrofe: sono commosso da chi cerca di resistere e vivere - ha detto Akihito -. Un grazie agli stranieri, alla gente del Giappone e a tutti quelli che continuano a impegnarsi nelle operazioni di soccorso. Sono arrivati messaggi da tutto il mondo: mai rinunciare alla speranza".FUKUSHIMA, DANNEGGIATO CONTENITORE REATTORE - Il contenitore di uno dei reattori della centrale di Fukushima potrebbe essere stato danneggiato. Lo ha detto il portavoce governativo Yukio Edano. Il contenitore danneggiato è quello del reattore n.3, secondo l' agenzia Kyodo.TOKYO, PRONTI A CHIEDERE AIUTO MILITARI USA - Il Giappone è pronto a chiedere la cooperazione delle forze armate Usa negli sforzi per contenere i danni della centrale nucleare di Fukushima n1 dopo sisma e tsunami di venerdì scorso. Lo detto il portavoce del governo, Yukio Edano.NUOVA FORTE SCOSSA SU COSTA ORIENTALE - Una scossa di terremoto di grado 6 della scala Richter si è verificata oggi sulla costa orientale del Giappone, nella prefettura di Chiba alla periferia est di Tokyo. Lo afferma le televisione pubblica Nhk.PETRONE, AMBASCIATA ITALIANA RESTA APERTA - "L'ambasciata italiana resterà aperta finché ci sarà l'ultimo italiano": è l'ambasciatore Vincenzo Petrone che in collegamento in diretta da Tokyo durante la trasmissione di Porta a Porta ha riferito la situazione dei connazionali presenti nel paese. "Nella zona di esclusione - cioé quella attorno alla centrale, ha rassicurato Petrone - non ci sono comunque più italiani".SEIMILA FRA MORTI E DISPERSI - La polizia giapponese ha affermato che sono 2.475 i morti accertati per il terremoto e lo tsunami di venerdì scorso, mentre risultano al momento disperse 3.611 persone. Un bilancio ancora provvisorio, dato che la distruzione seminata dallo tsunami nel nordest del Paese fa ritienere che il conto finale sarà di decine di migliaia di vittime. La polizia ha aggiunto che migliaia di sopravvissuti al doppio disastro non siano ancora stati raggiunti dai soccorsi.CAMBI: VOLA YEN A MASSIMI DA GUERRA MONDIALE SU DOLLARO - Yen in volata sul dollaro. La valuta giapponese si apprezza e sale ai massimi dalla Seconda Guerra Mondiale nei confronti del biglietto verde. Lo yen e' salito fino a 79,73 dollari. A spingere al rialzo la divisa nipponica e' la convinzione che le societa' giapponesi, soprattutto banche e assicurazioni, incominceranno a rimpatriare asset denominati in yen per contribuire alla ricostruzione delle zone devastate dallo tsunami. BORSA TOKYO IN CALO - Borsa di Tokyo in calo nella seduta di oggi dopo il rimbarzo di ieri. Gli scambi della prima parte della seduta sono terminati con un calo del 2,09%, a 8.902,86 punti.(Ansa)