News

31 Maggio 2011

Pisapia vince a Milano, De Magistris a Napoli

Vertice del Pdl a Palazzo Grazioli. Premier: ipotesi Alfano coordinatore unico

E' uno tsunami quello scaturito dai ballottaggi e abbattutosi sul centrodestra. Giuliano Pisapia diventa sindaco di Milano col 55,1% dei consensi, mentre a Napoli è plebiscito per Luigi De Magistris; al centrosinistra anche Trieste, Novara e Cagliari. Il premier Silvio Berlusconi riconosce la "sberla" ricevuta, come l'ha definita il ministro dell'Interno Roberto Maroni, ma precisa che non si farà abbattere e rassicura sulla tenuta del governo e sull'alleanza con la Lega.

'Una legnata della Madonnina, ripartire da Pontida', titola La Padania. Oggi l'ufficio di presidenza del Pdl: a 'processo' i tre coordinatori nazionali, con l'annuncio di dimissioni di Sandro Bondi che suona come una mossa per mettere nell'angolo anche Denis Verdini e Ignazio La Russa. "Erano dimissioni previste", afferma Berlusconi, aggiungendo che si lavora al progetto di Angelino Alfano coordinatore unico per il rilancio del partito.

MANIFESTI DI PISAPIA, 'MILANO BUON GIORNO!' - Dopo la lunga notte di festa in Piazza Duomo per celebrare la conquista di Palazzo Marino, sui tabelloni elettorali sono comparsi questa mattina i cartelloni di ringraziamento del nuovo sindaco: una foto di Giuliano Pisapia e la scritta 'Milano buon giorno'. Nella sua prima giornata da sindaco, Pisapia incontrera' i dipendenti comunali, andra' in un palazzo popolare della zona San Siro e vedra' la vedova del comandante partigiano Giovanni Pesce.

DE MAGISTRIS, CON NAPOLITANO STOP ATTRITI - Tra tutte le telefonate che ha ricevuto, Luigi De Magistris ne cita una su tutte, quella con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. ''E' una telefonata che mi ha commosso, che mi ha reso felice e che segna anche un superamento di attriti che ci sono stati nel passato - ha spiegato - e' un modo per voltare pagina''. Poi, De Magistris riserva un passaggio anche al sindaco uscente di Napoli, Rosa Russo Iervolino: ''Andro' a trovarla, e' una persona perbene, ma ora si cambia completamente pagina''. Il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, non lo ha ancora sentito, ''anche se so che ieri mi ha cercato''. Il nuovo sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il giorno dopo la sua grande vittoria, parla anche del partito che non lo ha sostenuto e che nella corsa al sindaco di Napoli ha messo in campo un altro candidato. A chi gli chiede che cosa si sente di dire proprio al partito democratico, De Magistris esprime un augurio: ''Mi auguro si apra una pagina completamente nuova''. ''Penso che il partito abbia compreso l'importanza di questa vittoria e che, quindi, si inauguri un percorso nuovo''. Poi, De Magistris, parla anche della sua autosospensione dall'Idv: ''Mi sembra giusto visto che voglio essere il sindaco di tutti ma preciso che non si tratta certo di una presa di distanza dal partito ne' da Di Pietro con il quale avevamo e abbiamo un legame forte''.
PER NEO SINDACO NAPOLI PRIMO CAFFE' AL GAMBRINUS - Poche ore di sonno, ''abbiamo festeggiato fino a tardi''. Ma nonostante questo il neo sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, la sua giornata l'ha iniziata presto, alle ore 9 in punto, allo storico Caffe' Gambrinus. Cappuccino, incontro con il suo staff, lettura dei quotidiani. Soprattutto strette di mano con i cittadini. In tanti gli hanno detto ''grazie''. E altrettanti hanno utilizzato il termine che De Magistris ha fatto suo durante tutta la campagna elettorale: ''Luigi hai scassato''. Il primo cittadino e' ancora visibilmente emozionato. ''Ho ricevuto tantissime telefonate, da persone che neanche conosco - ha raccontato - l'entusiasmo della gente mi circonda e questa e' la cosa che mi rende piu' felice''.