News

3 Agosto 2011

Mega attacco informatico scoperto dalla McAfee

Molti gli Stati presi di mira (tra cui gli Stati Uniti) e diverse organizzazioni come l'Onu

Scoperto l'attacco informatico più imponente del mondo: l'annuncio è stato fatto dalla McAfee, azienda leader del settore della sicurezza su internet. Ci sarebbero almeno 72 istituzioni colpite, tra cui diversi Stati (Canada, India, Sud Corea, Taiwan, Vietnam e Usa) ma anche organizzazioni come l'Onu. "Dietro a questo super attacco ci sarebbe un governo", dice la McAfee facendo un implicito riferimento alla Cina.
Esaminando i log di un unico server, l'azienda di sicurezza informatica McAfee ha identificato le probabili fonti degli attacchi informatici ad oltre una settantina di aziende e organizzazioni internazionali, mentre gli esperti puntano il dito contro la Cina.

Come riporta il quotidiano statunitense The Washington Post infatti la McAfee non ha identificato l'origine degli attacchi ma secondo il Centro Internazionale per gli Studi Strategici vi sono pochi dubbi: la lista dei bersagli si concentra su Taiwan e le organizzazioni olimpiche nel periodo precedente alle Olimpiadi di Pechino e sembra indicare la Cina.

Tra i 72 obbiettivi degli attacchi vi sono anche 49 aziende statunitensi: lo scopo era quello di procurarsi materiali sensibili su sistemi militari, tecnologia elettronica e in particolare relativa alle comunicazioni satellitari: "Siamo di fronte ad un massiccio trasferimento di ricchezze, sotto forma di proprietà intellettuali, che non ha precedenti", ha spiegato il vicepresidente della McAfee, Dmitri Alperovich.