News

20 Ottobre 2011

Satellite sulla Terra nel weekend

Satellite sulla Terra nel weekend. L'Italia è nuovamente a rischio L'impatto del Rosat con l'atmosfera è previsto tra sabato 22 e lunedì 24 ottobre

Il Rosat, satellite tedesco non più operativo dal 1999, dovrebbe cadere sulla Terra nel prossimo fine settimana. L'impatto con l'atmosfera terrestre è previsto tra sabato 22 e lunedì 24 ottobre. Secondo quanto riferito dalla Protezione Civile, che ha analizzato i dati disponibili sulla traiettoria, c'è solo l'1% di probabilità che alcuni frammenti della struttura, grande come una vettura, cadano sull'Italia.
Il dato è emerso nel corso del comitato operativo della Protezione Civile convocato d'intesa con l'Agenzia spaziale italiana (Asi). I dati al momento disponibili sulle traiettorie di rientro, consentono di escludere Friuli, Veneto, Sicilia e le Province di Trento e Bolzano.

"Il satellite Rosat (Roentgen Satellite) dell'Agenzia spaziale tedesca fu lanciato da Cape Canaveral il 1 giugno 1990 su un'orbita circolare a 575 km di altezza e non è più operativo dal 12 febbraio 1999. Ha una massa di 2.426 kg e a causa dei materiali resistenti al calore usati per la sua costruzione - ha sottolinea la Protezione civile - non si distruggerà completamente nell'impatto con l'atmosfera: si prevede dunque che circa il 70% (diviso in una trentina di frammenti) raggiungerà il suolo".

"Al momento non è possibile stabilire la traiettoria di rientro, ma c'è un 1% di possibilità di impatto di frammenti del satellite sul territorio italiano. L'Agenzia Spaziale Tedesca informerà costantemente il Mic (il Centro di protezione civile europea) attivo 24 ore su 24 che, a sua volta, fornirà ai Paesi europei comunicazioni e aggiornamenti ufficiali e tempestivi. Un comitato di monitoraggio di cui fanno parte esperti del Dipartimento, di Asi, delle forze armate, dei vigili del fuoco, di Ispra, Enav ed Enac, sarà comunque in costante allerta", ha poi concluso.