News

16 Gennaio 2012

Concordia-Clini: "Rischio ambientale altissimo"

I vigili del fuoco, hanno lavorato tutta la notte alla ricerca dei dispersi della Costa Concordia

I vigili del fuoco, che hanno lavorato tutta la notte alla ricerca dei dispersi della Costa Concordia, hanno ritrovato, a bordo della nave, il cadavere di un uomo. Si tratta della sesta vittima accertata del naufragio. Il corpo era nel secondo ponte, in una parte non invasa dall'acqua. Aveva il giubbotto salvagente ed era un passeggero.

Concordia si muove, soccorritori evacuano
A causa del mare mosso la nave Concordia ha cominciato a muoversi dalla posizione in cui si era incagliata. Il coordinamento dei soccorsi ha sospeso le ricerche ed evacuato i sub dei vigili del fuoco e capitanerie. Al momento la nave si é Clini: "Rischio ambientale altissimo"
"Il rischio ambientale per l'Isola del Giglio è altissimo. L'obiettivo è di evitare che i carburante esca dalla nave: stiamo lavorando su questo. L'intervento è urgente, abbiamo fretta". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente Corrado Clini parlando del rischio ambientale dovuto al naufragio della Costa Concordia.

 Pm: "Temevamo la fuga del comandante"
"Abbiamo temuto la fuga del comandante Schettino, abbiamo pensato potesse sottrarsi alle sue responsabilità". Lo ha detto il procuratore capo di Grosseto, Francesco Verusio, spiegando il provvedimento di fermo per il capitano della Costa Concordia.

Pm: "Confermate responsabilità comandante"
Sulla responsabilità del comandante Francesco Schettino il procuratore capo di Grosseto Francesco Verusio ha detto che "l'idea che ci siamo fatti nell'immediatezza del fatto sta trovando conferme dalle prime indagini delle forze dell'ordine e delle autorità marittime".

Interrogati centinaia di testimoni
"Finora sono stati sentiti centinaia di testimoni tra membri dell'equipaggio, turisti a bordo e soccorritori" nell'inchiesta sul naufragio della nave Costa Concordia. Lo ha riferito il procuratore capo di Grosseto Francesco Verusio.

Sindaco Giglio: "Poche speranze per dispersi"
"La speranza di trovare in vita i dispersi ormai si e' ridotta al minimo. L'unica speranza e' che si sia creata nella nave qualche bolla d'aria". Lo ha detto il sindaco dell'Isola del Giglio (Grosseto), Sergio Ortelli. I dispersi al momento sono 16, 10 turisti e 6 membri dell'equipaggio; almeno 6 gli italiani. "Le ricerche comunque continuano", ha assicurato il sindaco dell'Isola del Giglio.

Passeggeri: "Equipaggio competente, ma troppo panico"
"Il personale della nave è stato efficiente ma gestire la situazione non era facile, c'era troppo panico". Questo il racconto alla trasmissione "Mattino Cinque" della giornalista Adn Kronos Patrizia Perilli e di suo marito Luciano Castro che erano a bordo della Costa Concordia. "Quando c'è stato l'incidente - racconta Luciano Castro - eravamo al ristorante: a un certo punto abbiamo sentito un boato e la luce è andata via solo per pochi secondi ma questo è stato sufficiente per far vuotare la sala". "Poi siamo usciti - continua Castro -. Il personale era già accanto alle scialuppe e ci ha aiutato ad entrare, cosa non facile in quella situazione con la gente che urlava".

Peggiora il meteo: rischio affondamento
Sta peggiorando la situazione meteo all'isola del Giglio, dopo due giorni di bel tempo. Il mare si sta increspando, e per le prossime ore è previsto un temporale. Una situazione che preoccupa molto i soccorritori che stanno facendo una corsa contro il tempo per ispezionare la Costa Concordia. Il timore è che le onde possano provocare uno spostamento del relitto e farlo sprofondare a 70 metri rispetto al gradino di 37 metri su cui è appoggiato lo scafo.

Tra dispersi e rischio sciacallaggio
Tra i dispersi, comunque, figurano sicuramente due riminesi (un uomo di circa 30 anni e la figlia di 5). Ci sono poi due donne siciliane, di 50 e 49 anni. Le due sarebbero salite su una scialuppa, risultano censite, ma non sono piu' state contattate e si teme possano essere cadute in acqua. Mentre continuano le operazioni di soccorso e ricerca dei dispersi è stato predisposto anche il servizio antisciacallaggio.