News

16 Gennaio 2012

Nessuna fiducia nell'euro per il 55% italiani

La maggioranza assoluta non vorrebbe più la moneta unica. Il 31% vorrebbe tornare subito alla vecchia lira

Il clima di sfiducia si abbatte sull'euro, in netta crisi di consenso: secondo le rilevazioni di Renato Mannheimer riportate dal Corriere della Sera, il 55% degli italiani non si fida più della moneta unica. Ormai la maggioranza assoluta degli italiani non vorrebbe più l'euro, con una sensibile accentuazione tra gli elettori di centrodestra (55%). Il 65% della popolazione ritiene che "l'introduzione dell'euro ha portato più svantaggi che vantaggi per l'economia italiana". Comunque, il 60% degli intervistati ritengono che "il passaggio all'euro andava fatto e che non si deve tornare indietro", anche se vi è un 37% di italiani scettico su quest'affermazione. C'è poi un 31% che dichiara senza esitazioni che "sarebbe meglio tornare alle vecchie lire". In definitiva, vi è un 51% di italiani insoddisfatta dall'introduzione dell'euro.